PlayStation Vita, difetti e problemi dei primi modelli

di Davide Leoni 1

Come succede sempre, il lancio di una nuova console (ma il discorso si potrebbe estendere agli oggetti hi-tech in generale) è sempre costellato da problemi di vario genere.

I primi modelli che escono dalle fabbriche non sono quasi mai perfetti e dopo l’euforia del lancio, i giocatori iniziano a riscontrare problemi e piccoli difetti di fabbricazione.

PlayStation Vita non poteva essere da meno, lanciata sabato in Giappone, la nuova console Sony sembra soffrire di alcuni problemi relativi principalmente allo schermo touch screen. Molti giocatori giapponesi stanno lamentando diverse magagne in fase di avvio e spegnimento del sistema, con la console che si rifiuta addirittura di accendersi. Per non parlare dei freeze e dei blocchi di sistema, molto frequenti con alcuni giochi, in particolare con Dynasty Warriors Next.

In alcune situazioni il display touch screen si blocca e smette di rispondere ai comandi, inoltre Kotaku segnala anche problemi di natura tecnica, come la comparsa di macchie in alcuni punti dello schermo, da un momento all’altro e senza un apparente motivazione.

Per quanto riguarda i crash ed i blocchi di sistema Sony rilascerà sicuramente un aggiornamento firmware capace di risolvere definitivamente il problema, più complicata invece la situazione del display.

Se è vero che lo schermo è afflitto da problemi tecnici dovuti ad una frettolosa progettazione (come si legge in rete) Sony dovrà necessario riprogettare i display prima del lancio in America ed Europa. Il problema verrà sicuramente risolto, magari la casa giapponese cambierà fornitore dello schermo o migliorerà il processo produttivo per evitare la comparsa delle macchie nei prossimi modelli che saranno messi in vendita.

Purtroppo i problemi di questo tipo sono molto frequenti sulle nuove console, i primi modelli sono sempre soggetti a bug e difetti tecnici dovuti alla fretta di lanciare la macchina sul mercato. Considerando il sold-out di Vita in Giappone, a quanto pare molti sono ben felici di accollarsi questi rischi.

[via]

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>