Basement Crawl, un nuovo horror strategico per PS4

di Andrea Guida Commenta

Pensavamo di avere già un quadro completo sui titoli di lancio di PlayStation 4, e invece no. La polacca Bloober Team ha annunciato Basement Crawl, un nuovo horror strategico che si pone come interessantissima alternativa a tutti i super-titoli che a fine mese accompagneranno la commercializzazione della console Sony.

Basement Crawl si ispira ad atmosfere horror-grottesche in cui classici simboli di divertimento e spensieratezza, come orsacchiotti di peluche e pupazzi clown, diventano personaggi sinistri e dall’animo malvagio.

Il gioco punta forte sul multiplayer consentendo ai giocatori di darsi la caccia in alcuni labirinti studiati ad arte. Sono 9 le arene disponibili, mentre sono quattro le classi di personaggi fra cui scegliere, ognuna contraddistinta da abilità, power-up ed equipaggiamenti differenti.

Il multi-giocatore consente di effettuare sfide fra quattro persone in locale oppure otto giocatori online. Sono supportate le leaderboard per comparare i propri punteggi con quelli degli altri utenti, la party chat per PS4, i trofei ed altre funzioni multiplayer online.

Basement Crawl è stato sviluppato con un motore 3D ma si pone ai giocatori con una visuale 2D attraverso la quale i giocatori possono controllare la telecamera mentre giocano. Il gameplay è strutturato in maniera semplice e immediata consentendo a tutti di entrare subito nel vivo dei match.

Che altro aggiungere? Quella di Bloober Team è una proposta sicuramente interessante. L’idea di fondere elementi strategici ad atmosfere à la “Grindhouse” o “Manhunt” potrebbe rivelarsi vincente, ma naturalmente aspettiamo di poter mettere le mani sul gioco per esprimere un giudizio.

Per ora, accontentiamoci di questo bel teaser trailer che ci prepara al debutto del titolo. Buona visione!

[via]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>