Tears of Tiara, il diretto concorrente di Tales of Vesperia

di Gaetano Cutri Commenta


Siamo sempre qui a parlarne ma non ci stancheremo mai di denunciare un vero e proprio crimine che obbliga noi poveri giocatori occidentali residenti nel vecchio continente a sbavare senza sosta davanti alle scannerizzazione delle riviste giapponesi piene zeppe di tantissimi giochi molto interessanti sotto l’aspetto grafico così come quello della giocabilità che si prospetta sempre a livelli inimmaginabili, ma senza poter mai metterci sopra le mani.

Qualcosa sta cambiando col tempo e molte tipologie di titoli che prima da noi non comparivano affatto adesso sono in bella mostra in versione localizzata, sugli scaffali dei nostri negozi di fiducia. Sarebbe assurdo pretendere che ogni singolo titolo di matrice giapponese arrivi da noi, ma è anche vero che c’è tutta una nutrita serie di giochi sicuramente lodevoli che resta comunque ad appannaggio del solo pubblico con gli occhi a mandorla.


Uno tra questi è sicuramente Tears of Tiara, uscito già da un annetto in Giappone e completamente sconosciuto qui da noi. Si tratta di un gioco di ruolo di stampo strategico, un genere che in effetti qui da noi non ha una moltitudine di sostenitori così vasta, ma del resto se non si inizia a diffondere la mania non potrà mai prendere realmente piede. Se in Giappone come dicevamo il gioco è ormai quasi vecchio, è giunta notizia di una sorta di revival.

Tears of Tiara Gaiden infatti raggiungerà gli scaffali, ancora una volta, soltanto giapponesi con un nuovo episodio molto vicino all’originale tanto da non potersi definire forse realmente un vero e proprio seguito quanto più una versione riveduta e corretta. Il problema di questo gioco che già aggiungerà poco al titolo originale, sarà nel periodo di uscita, ovvero il prossimo settembre, quando su Playstation 3 arriverà anche Tales of Vesperia. Mossa azzardata? Noi crediamo di si.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>