Wii a Natale, che aumentino le vendite altrimenti crisi

di Gaetano Cutri 3


L’ultimo passaggio da una generazione all’altra delle console rivali disponibili sul mercato ha sicuramente fatto registrare un cambiamento tra i più forti che si siano mai avvertiti in questo settore. Un forte scossone quasi come quello avvenuto dal passaggio delle deboli macchine ad 8 bit contro l’antica magnificenza dei gioiellini a 16 bit per l’epoca, scatenando, come allora, una vera rivalità tra le compagnie produttrici.

L’ingresso della Wii ha davvero fatto fare passi da gigante all’intrattenimento videoludico visto che soltanto nei sogni dei più ottimisti e creativi giocatori c’era la possibilità, prima che la Nintendo si impegnasse a trasformare i desideri in realtà, di utilizzare in modo così innovativo un controller semplice come il wiimote, rendendo quindi decisamente golosa la nuova macchina da gioco della grande N. Ma ora si fanno di nuovo i conti con le nuove realtà.


Visto il grande successo ottenuto dall’utilizzo intelligente di wiimote e del nunchuck, le rivali attuali, ovvero Xbox 360 e Playstation 3 sono immediatamente corse ai ripari mettendo in commercio rispettivamente il rivoluzionario Kinect e Playstation Move, più simile al meccanismo della macchina Nintendo. Queste novità rischiano di mettere seriamente in pericolo la stabilità della Wii e questo lo dice lo stesso presidente del marchio Nintendo.

Infatti Satoru Iwata in un recente incontro con gli investitori, si è fortemente augurato che il trend natalizio porti un maggior numero di console Wii vendute rispetto agli ultimi mesi in cui si è avvertito un forte calo. Dalla sua c’è una ricerca di mercato che sarebbe dalla sua parte, rendendo la Wii un appetitoso regalo da trovare sotto l’albero, ma speriamo che questi nuovi sistemi di controllo, di console effettivamente più potenti, non mettano troppi bastoni tra le sue ruote.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>