The Conduit, svelato il multiplayer

di Onitaku 3

Per chi non lo ricorda, i primi di Aprile la Sega aveva programmato un evento live per illustrare le particolarità del multiplayer di The Conduit. Lo stesso giorno purtroppo la Nintendo ha deciso di mandare i server in manutenzione e noi siamo rimasti a bocca asciutta. Ma questa volta non è successo: provato The Conduit siamo pronti ad illustrarvi ( in un sunto delle recensioni rilasciate) tutto quello che c’è da sapere sulle componenti multiplayer.

The Conduit è un aspettatissimo FPS della High Voltage Software che sarà rilasciato solamente per la piattaforma di casa Nintendo. Come si è visto, in questi mesi, dalle anteprime della campagna single player il gioco si focalizza proprio su quest’ultimo aspetto, ma ciò non vuol dire che la componente multiplayer sia da meno. Prima di tutto il multi supporta fino a 12 players, ma andiamo a vedere da più vicino.Per giocare al multiplayer di The Conduit dovremo inserire il nome in codice dei nostri amici quindi per collegarci tutti insieme in una partita. Naturalmente il codice può essere cambiato una volta generato. Una volta nella partita ci ritroveremo all’interno di una lobby dove potremo votare il tipo di partita e le armi disponibili nel gioco (se non abbiamo voglia di votare avremo la possibilità di lasciare tutto in mano all’host della partita).

Naturalmente il Wii Speak sarà abilitato durante le partite. Avremo modo di parlare al nostro team o in free-for-all che non consente di parlare a tutti nell’arena, ma alle cinque persone più vicine a noi. Un’altra particolarità che ci solleva il morale è che se abbiamo in lobby o in game un amico di un amico potremo sentire la sua voce e interagire con lui (quindi senza avere il suo codice generato).

Tra le modalità multiplayer che abbiamo avuto modo di osservare vi è, oltre al ruba bandiera e al deathmatch, una particolare modalità che si chiama Bounty Hunter. In questa modalità avremo un bersaglio preciso da eliminare mentre tutti gli altri sono all’oscuro di tutto. Quindi tutti hanno un target, ma non si può scoprire prima di essere fraggati miseramente. Di sicuro una gran nuova opzione di gioco adatta ai ogni tipo di gamers.

Particolarità che non possiamo non citare è la possibilità di cambiare, sia nel multiplayer che ne la campagna, l’assegnazione di ogni singolo tasto. Avremo quindi un gioco personalizzato al massimo e con un potenziale di gioco altissimo. Un titolo sicuramente destinato ai molti hardcore gamers che non aspettavano altro che un FPS del genere su una console come il Nintendo Wii.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>