Golden Sun Dark Dawn, qualche dettaglio in più

di Gaetano Cutri 2


Probabilmente il primo episodio era stato particolarmente gradito da tutti gli appassionati sostenitori del genere e moltissimi di loro avevano intenzione di reclamare a gran voce un graditissimo seguito che portasse di nuovo su console le stesse emozioni di quell’intrigante primo capitolo arrivato su Game Boy Advance, portando un esponente particolarmente interessante al settore sempreverde dei giochi di ruolo su una console portatile.

Il titolo in questione è Golden Sun, un gioco di ruolo, per l’appunto, che, come vi abbiamo già annunciato un po’ di tempo fa, si appresta ad avere un seguito che vedrà la luce ovviamente su una macchina da gioco decisamente più attuale come il Nintendo DS. Il titolo del nuovo episodio sarà Golden Sun Dark Dawn e l’ombra oscura sembra coprire dalla luce i nuovi protagonisti che non sono altri se non discendenti dei personaggi conosciuti nel vecchio gioco.


Infatti avremo al nostro comando il giovane Matthew, figlio dell’eroico Isaac del primo capitolo che sarà accompagnato da Terrell, a sua volta figlio di Garrett già presente nella saga e anche da Karis, l’esponente femminile che nei giochi di ruolo serve sempre. Ognuno è un adepto di un dio diverso: Matthew lo è di Venere, Terrell di Marte, mentre Karis lo è di Giove e quest’appartenenza porterà ovviamente delle abilità univoche ad ognuno dei protagonisti.

Se Matthew potrà manipolare rocce e piante per disfarsi dei nemici, l’influsso di Marte per Terrell farà sì che possa governare fuoco e fiamme per sbarazzarsi degli avversari, così come Karis lo farà con vento ed elettricità. Non mancheranno ancora una volta i djinn, spiriti da evocare al momento giusto in battaglia che influenzeranno con un pizzico di strategia gli scontri. Non ci resta che attendere il’arrivo di Golden Sun nei negozi e preparare i nostri Nintendo DS.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>