StarCraft Ghost cancellato per colpa di World Of Warcraft

di Davide Leoni 1

Vi ricordate di StarCraft Ghost? Il gioco, annunciato nel 2002 per PlayStation 2, Xbox e GameCube, avrebbe dovuto portare l’universo di StarCraft su console. Per venire incontro ai possessori di console casalinghe, Blizzard decise di allontanarsi dai canoni della serie, StarCraft Ghost non era un RTS, ma un action game 3D con numerosi elementi tipici degli sparatutto.

Un progetto molto interessante, che però non ha mai visto la luce, StarCraft Ghost non è mai uscito, nonostante sia stato distribuito molto materiale (trailer e screenshot) sul gioco.

I motivi della cancellazione li spiega oggi Mike Morhaime, CEO di Blizzard, che sul palco del DICE ha spiegato che il gioco è stato cancellato per “colpa” di World Of Warcraft. Nel 2004 la casa americana stava lavorando a StarCraft Ghost, StarCraft 2 Wings Of Liberty, World Of Warcraft e Diablo 3 (che non ha ancora visto la luce), dopo il lancio di WOW però tutto è stato congelato, le risorse economiche e la forza lavoro si è concentrata tutta su Warcraft e sulle future espansioni, lasciando da parte gli altri progetti, che sono stati poi ripresi in un secondo tempo. StarCraft 2 è uscito nell’estate 2010 e Diablo 3 uscirà probabilmente a fine anno, primi mesi del 2012 al massimo.

Quando la situazione è tornata alla normalità, il team era pronto, ma ormai era troppo tardi per occuparsi di StarCraft Ghost, nel 2005 l’attenzione del pubblico era focalizzata sulle console di nuova generazione (PlayStation 3, Xbox 360 e Nintendo Wii) e far uscire un titolo importante come questo non avrebbe avuto molto senso, sicuramente il prodotto sarebbe stato snobbato dalla massa e non avrebbe ricevuto la giusta visibilità.

Blizzard ha quindi preferito cancellare il gioco, che è comunque rimasto in sviluppo fino al 2005. Il team avrebbe potuto continuare il lavoro e portare il gioco su PlayStation 3 ed Xbox 360, ma riscrivere il motore di gioco per queste nuove piattaforme avrebbe richiesto troppo tempo.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>