FIFA 13, EA Sports firma il triplete

di Giovanni Ferlazzo 1

FIFA 13 era atteso al varco come la maturazione definitiva di una serie che nel corso degli ultimi anni ha prima raggiunto, poi superato e infine distanziato la concorrenza targata Pro Evolution Soccer che fino all’epoca PlayStation 2 dominava senza troppi problemi. FIFA 11 e FIFA 12 hanno segnato il passaggio di consegne definitivo, che già si era saggiato con FIFA 09 e FIFA 10. FIFA 13 è quindi a tutti gli effetti il “triplete” di EA Sports, e il perché lo scoprirete leggendo la nostra recensione.

Grafica e sonoro

Precisando che la nostra prova si riferisce alla versione PC, dal punto di vista grafico i miglioramenti sono davvero pochi rispetto alla scorsa edizione che sembrava aver segnato il limite massimo dell’engine messo in piedi da EA Sports. I volti dei calciatori più famosi sono più realistici, in generale c’è una migliore definizione delle texture ma niente che faccia esattamente gridare al miracolo: per quello bisognerà aspettare un nuovo motore, che vedremo in azione sulle prossime console. Salvo sorprese.

EA ha allora lavorato sul dettaglio: le animazioni sono ancora più raffinate e realistiche, coadiuvate da un Impact Engine migliorato rispetto la prima apparizione che rende gli scontri più veritieri con effetti positivi sia da un punto di vista positivo sia chiaramente sotto l’aspetto meramente ludico. A bordo campo notiamo la presenza di allenatore e giocatori in fase di riscaldamento. Piccole cose, chiaro, ma che rendono più gustosa la minestra.

Pochi cambiamenti anche per il sonoro: la telecronaca del duo Caressa-Bergomi avrebbe bisogno di una bella rinfrescata, e non basta l’inserimento dell’invito da bordo campo, Matteo Barzaghi, troppo artificiale e inserito solo in rare circostanze. Nella norma gli stadi, ora la folla urla di più al gol, ed è una cosa piacevole.

Giocabilità e Longevità

Se con FIFA 12 si era praticamente sfiorata la perfezione, EA Sports l’ha forse raggiunta con FIFA 13, sfruttando davvero tutto il potenziale dei sistemi di questa generazione. L’inserimento di elementi come il First Touch Control, che segna il confine definitivo tra un campione e un giocatore con meno talento palla al piede e che richiede inoltre all’utente una certa accortezza nel primo controllo della sfera, contribuisce a rendere la struttura di gioco ancora più votata verso il realismo. La fisica del pallone è stata leggermente rivista, con una sfera più pesante che dunque rende meglio specialmente nelle conclusioni dalla distanza. Abbiamo notato qualche leggerezza fuori dal mondo, come dei rinvio oggettivamente violenti da difensori e portieri: speriamo che la cosa venga risolta da una patch.

Per il resto c’è davvero poco da dire. Tutte le innovazioni dello scorso anno, come la Difesa Tattica, sono state riviste in meglio e rendono FIFA 13 “IL” gioco per eccellenza del calcio videoludico. Partita dopo partita si respira l’aria dello sport più amato e bello del mondo, senza contare che la ulteriormente raffinata intelligenza artificiale di compagni avversari rende il tutto ulteriormente coinvolgente e realistico. Al giocatore viene concessa in campo totale libertà d’azione, specie se è abbastanza bravo da giocare completamente in manuale e assaporare l’essenza massima della struttura ludica di FIFA 13.

La longevità è garantita da una vasta gamma di modalità di gioco sia in singolo che online: dalla carriera all’Ultimate Team, senza contare il resto. Da segnalare l’introduzione delle Prove di Abilità, che permettono di impratichirsi con i comandi del gioco con una serie di divertenti mini-giochi, che troveremo anche durante il caricamento di una partita. Interessante poi la possibilità di giocare i match in diretta del mondo reale, così da provare a cambiarne il corso. FIFA 13 ha insomma abbastanza carne al fuoco da tenere incollati allo schermo fino all’episodio successivo.

Commento finale

FIFA 13 è il picco che EA Sports sarà probabilmente in grado di raggiungere in questa generazione. Il completamento definitivo di un percorso iniziato con il lontano FIFA 07 su Xbox 360, e che nel corso degli anni ha portato a spodestare nettamente una concorrenza che prima sembrava irraggiungibile. Se amate il calcio non perdetelo, se siete fan in particolare di questa saga probabilmente avrete già comprato il gioco al D1.

Voto 9,5

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>