Wild Ones, Worms in salsa canina su Facebook

di Gaetano Cutri 1


Quanta tenerezza può farvi un dolce cagnolino? Quante volte abbiamo desiderato di possederne uno e di poterlo portare a spasso quando scatta l’ora del bisognino, di addormentarci con lui quando ce ne andiamo a letto oppure fargli tante coccole contribuendo a coltivare un certo affetto tra uomo ed animale, magari ancor più saldo di un’amicizia che spesso dietro apparenze ben liete può riservare qualche amara sorpresa dell’ultimo minuto?

Sicuramente molti di voi sognano un bel cagnetto tutto per sé, ma di certo cambiereste un po’ idea se l’animaletto che potreste portarvi finalmente a casa fosse uno dei protagonisti di una nuova applicazione Facebook che ci mette alla prova proprio su due delle quattro zampe di cani non proprio amichevoli, almeno l’un con l’altro. Il titolo di questo nuovo giochino è Wild Ones e subito dopo il salto vi raccontiamo in sintesi di cosa si tratta.


In Wild Ones la prima cosa da fare è crearsi un’identità, o meglio selezionare semplicemente il colore del nostro cane da combattimento tra i tanti disponibili. Una volta scelta la combinazione, avremo modo di accedere ad una moltitudine di location e di possibilità per mettere in scena un temibile scontro divertente quanto feroce. Alla larga dai veri ed atroci combattimenti per cani, in Wild Ones quella che metteremo in pratica sarà una vera e propria guerra!

Il computer selezionerà per noi alcuni avversari tra quelli disponibili al momento tra tutti gli utenti Facebook e con una struttura di gioco che ricorda non poco il mitico Worms, il nostro scopo sarà quello, al nostro turno, di muoverci, mirare ed attaccare uno degli avversari presenti sullo schermo. Missili lanciati da una potente arma e bombe sganciate dall’alto saranno solo le prime possibilità offerte al giocatore. Ve la sentite di scendere in trincea con Wild Ones?

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>