Gardens of Time, a spasso nel tempo su Facebook

di Gaetano Cutri Commenta


Quante volte vi sarà capitato di fantasticare, di viaggiare con la fantasia tornando indietro nel tempo per assaporare il gusto delle varie epoche precedenti a quella moderna in cui ci troviamo oggi? Magari già studiando sui libri di storia delle varie vicende che hanno portato la nostra civitò all’attuale evoluzione, ci saremo immaginati con preziosi vestiti dell’epoca rinascimentale o ancora alle prese con i costumi tipici di un popolo antico.

Insomma non soltanto a Carnevale in maschera si può attraversare il tempo e lo spazio per raggiungere dei luoghi lontani, eppure per fortuna oggi c’è un nuovo mezzo che permetterà agli utenti del più diffuso social network in circolazione, di effettuare degli economici viaggi nel tempo grazie ad una nuova applicazione che si chiama Gardens of Time e che offre una gustosa novità nel reparto giochi disponibile fino ad oggi su Facebook.


Ancora una volta avremo a disposizione uno spazio tutto nostro che potremo abbellire come meglio crediamo, ma il tutto lo si potrà fare soltanto recuperando dei manufatti provenienti da varie epoche storiche. Ma come fare per arrivare all’antico Egitto o ritrovarci in una villa vittoriana così di botto? Semplice! Basterà utilizzare la preziosa macchina del tempo che troneggia al centro del nostro giardino e, consumando degli appositi punti, visitare i luoghi.

Una volta arrivati sani e salvi nella location e nel tempo desiderato, dovremo scovare alcuni oggetti che poco hanno a che fare col luogo e con la fascia temporale: cosa ci fa insomma un bersaglio per freccette in un giardino antico, o ancora una bella collana di turchesi al collo di un cammello ai tempi dei faraoni? Simpatica l’interazione con i nostri contatti, da immettere come vicini, consultando i propri giardini e constatando così l’avanzamento effettuato di volta in volta in Gardens of Time.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>