Battle.net sotto attacco, Blizzard invita a cambiare password

di Redazione Commenta

Battle.net, il celebre servizio online offerto da Blizzard per la gestione delle informazioni del giocatore e del sistema di matchmaking, è sotto attacco hacker e tutti gli account sono a rischio. Per questa ragione lo sviluppatore di Diablo III, Starcraft II e World of Warcraft (i giochi supportati da Battle.net) invita gli utenti a cambiare immediatamente password qui e in altri servizi dove viene utilizzata la stessa parola chiave.

La nota Blizzard è chiara: “C’è stato un accesso autorizzato alle informazioni di alcuni account Battle.net” e sebbene al momento non è dato conoscere la quantità esatta degli account compromessi, la certezza è che sono state colpite tutte le regioni al mondo con esclusione della Cina, con il gruppo di pirati che è riuscito a ottenere una lista di indirizzi email associati a Battle.net.

In particolare, Blizzard aggiunge che sono state sottratte informazioni aggiuntive dai server del Nord America comprendenti password criptate, le risposte alle domande di sicurezza e dettagli vari su autenticazioni Mobile e Dial-In. “È importante notare che in questo momento, Blizzard non crede che queste informazioni da sole possano bastare per ottenere l’accesso all’account”, spiega ulteriormente l’azienda che poi precisa:

Sulla base delle indagini condotte da Blizzard fino ad ora, carte di credito e altre informazioni di pagamento non sembra siano tra gli elementi colpiti dall’attacco. Per precauzione, tuttavia, Blizzard incoraggia i giocatori a cambiare la propria password Battle.net ed eventuali password simili utilizzate per altri scopi.

Lo sviluppatore sta indagando sull’attacco in collaborazione con le forze dell’ordine per capirne possibilmente l’origine e la portata, e dare così ai suoi utenti maggiori informazioni con i quali potranno prendere eventuali misure cautelative, soprattutto nel caso dovesse essere accertato il furto di informazioni sensibili su carte di credito o similari modalità di pagamento. La violazione, secondo i primi accertamenti, sarebbe avvenuta nel fine settimana.

[via]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>