Angry Birds Space, i pennuti arrabbiati volano nello spazio

di Gaetano Cutri 1


Se non avessero quell’espressione un po’ torva ed incarognita probabilmente potrebbe anche essere dei degni sostituti dei mille personaggi che il regno giapponese ci ha affibbiato su gadget di ogni tipo che furoreggiano anche nelle cartolerie del vecchio continente, ma quell’aria così cattiva e piena di odio è invece riuscita a trasformarli in vere stelle del firmamento videoludico grazie alla Rovio che sta spremendo la loro essenza in mille modi.

Come avrete facilmente intuito si tratta di Angry Birds, quella cricca di uccellacci perfidi e pronti a far cedere le strutture sotto le quali tentano di proteggersi degli ignari maialini in quello che è diventato il puzzle game più utilizzato dai giocatori contemporanei, con un buon numero di supporti sul quale potersi divertire e con una gran varietà di varianti adatte ad ogni gusto. Preparatevi perché un’altra divertentissima versione è in dirittura d’arrivo.


Non siete contenti di aver spedito con l’enorme fionda proposta dal gioco questi pestiferi pennuti su campi fioriti e prati dal verde intenso? Non vi è sembrato sufficiente condire di tanta neve, biscotti di pan di zenzero e bastoncini colorati la versione natalizia di Angry Birds? Se pensate di non averne mai abbastanza dei terribili volatili allora restate in campana perché dal 22 marzo arriverà il golosissimo Angry Birds Space.

Ovviamente si tratterà di un’innovativa ambientazione del gioco in cui dovremo scorazzare in ambienti futuristici e pieni di attinenze con lo spazio e con civiltà a noi sconosciute ma poste anni luce dal nostro universo. Eppure anche in questi ridenti luoghi così lontani da noi si aggirano deglu uccelli arrabbiati che avremo il compito di lanciare come sempre. Angry Birds Space si preannuncia come una nuova macchinetta mangiasoldi per la Rovio!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>