Burn Zombie Burn, arrostiamo non morti su Playstation 3

di Gaetano Cutri 4


Fin da quando il mondo dei videogiochi ha iniziato a prendere la sua forma ormai anni ed anni fa, c’è sempre stata una classe di protagonisti indiscussi che hanno partecipato in vari ruoli ad una miriade di giochi, partendo dal più spaventoso e terrorizzante fino ad arrivare a quelli dallo stile più ironico e demenziale in cui veniva snaturato il loro ruolo prediletto e venivano presentati come degli esseri decisamente differenti rispetto alla mentalità comune.

Stiamo parlando degli zombie, quei mostri appartenenti alla famiglia dei non-morti che hanno fatto la propria comparsa in un numero di titoli davvero impressionante, a volte come protagonisti ma molto più spesso come nemici da annientare, che siano lenti ed imbambolati, oppure feroci ed agili nei movimenti. Soprattutto di recente tra i nuovi capitoli di Resident Evil e House of the Dead per varie console, gli zombie sono tornati di moda.


Ma quelli citati quassù non sono gli unici titoli che vedono la presenza degli zombie visto che è di imminente arrivo su Playstation 3 un nuovo gioco che li includerà prendendo il titolo di Burn Zombie Burn. Il gioco potrebbe essere classificato come uno dei più comuni sparatutto con visuale dall’alto che richiama un po’ il sapore old style dei vecchi giochi spaziali che impazzavano tra una console e l’altra qualche anno fa.

Lo scopo del gioco, come suggerisce in modo piuttosto chiaro il titolo stesso, è quello di arrostire le orde di zombie che faranno la propria comparsa sullo schermo, selezionando all’inizio della partita la modalità di gioco preferita tra quelle disponibili, dal survival mode fino al time attack che ci metterà in lotta anche contro il tempo. Molte le armi devastanti che incontreremo sul nostro cammino tanto per aumentare la nostra soddisfazione di distruggere i non morti.

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>