Deep Down, il producer Yoshinori Ono parla dello sviluppo del titolo

di Marco Simile Commenta

La nota rivista nipponica Famitsu ha recentemente condotto un’intervista al produttore Capcom, Yoshinori Ono, il quale ha svelato alcuni dettagli relativi allo sviluppo del nuovo titolo previsto in esclusiva per console di nuova generazione Sony PlayStation 4, Deep Down.

Dopo che il team ha finito di lavorare su Resident Evil 5 e 6, ha iniziato la transizione verso un nuovo progetto scoprendo che l’intenzione era quella di fare un gioco completamente nuovoha esordito Ono “Hanno voluto concentrarsi sul nuovo hardware e volevano essere in grado di utilizzare le nuove tecnologie per realizzarlo.” 

Data la poca familiarità con questa particolare tipologia di prodotti, la divisione di Tokyo di Capcom sta aiutando quella di Osaka proprio per la componente free-to-play.

Le persone all’interno del team vogliono solo sfidare se stessi con cose nuove ma per la società, nel suo complesso, si tratta di un impegno significativoha continuato il producer Capcom, Yoshinori Ono “Ho detto alla squadra solo di realizzare qualcosa di divertente secondo il loro giudizio.” 
Attualmente Deep Down è entrato in una fase di sviluppo che il produttore definisce “Prova e sbaglia”. Il fatto che lo sviluppo stia prendendo del tempo non significa che l’uscita del titolo sia in pericolo o lontana. State certi, il gioco arriverà.

Negli ultimi tempi sono stati apportati diversi cambiamenti al titolo: rispetto a quanto mostrato al Tokyo Game Show dello scorso anno, infatti, sono stati semplificati i controlli di gioco e l’intero titolo è stato migliorato per consentire un accesso più immediato a un maggior numero di informazioni. Ricordiamo infine che Deep Down è un titolo in via di sviluppo in esclusiva per console Sony PlayStation 4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>