Hydroventure, un video con i primi dieci minuti di gioco

di Gaetano Cutri Commenta


Nel mondo dei videogiochi abbiamo guidato una serie di personaggi e di creature che probabilmente mai nella vita avremmo mai pensato di poter comandare con il nostro joypad o con uno degli avveniristici sistemi di controllo attualmente in commercio che tanto divertimento in più offrono alle nostre console di nuova generazione. Vengono in mente anche a voi tutti gli esempi strani che sono all’ordine del giorno nei nostri titoli preferiti?

Da porcospini con scarpette da corsa capaci di raggomitolarsi, correre all’impazzata, così come guidare una vettura, ma anche un canguro, anche dalle fattezze fortemente realistiche, dotati di due guantoni da pugilato e pronto a scontrarsi con un qualsiasi esperto di arti marziali. Eppure nonostante la moltitudine di situazioni strane, siamo sicuri che con il nuovo titolo disponibile da poco su Wiiware, si supereranno molti posti nella classifica dell’assurdo.

Non c’è un vero e proprio personaggio infatti in Fluidity, il nuovo gioco pubblicato su Wiiware di recente dopo aver fatto la sua comparsa già sul mercato americano. Con il nuovo titolo di Hydroventure infatti il gioco ci mette al comando dell’intera area di gioco in modo da pilotare al meglio una massa d’acqua per farle raggiungere un obiettivo ben preciso all’interno dello stage, come irrorare un territorio o finire in un pozzo.

Con una struttura da puzzle game, vi accorgerete dal video di presentazione che mostra i primi dieci minuti di gioco di Hydroventure, quanto sia particolare la sua anima, tanto da renderlo un gioco decisamente anomalo ed originale rispetto a tutti gli altri. Ostacoli e power-up, come bollicine d’acqua capaci di aggiungere massa al liquido protagonista, saranno elemento con cui avremo a che fare molto spesso. Ma bando alle ciance e gustatevi pure il video con i primi minuti di gioco di Hydroventure.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>